Rimini nasce come località balneare nel 1843, questo per rimarcare la sua vocazione al turismo balneare, anche se oggi non si può parlare di Rimini come una città dedita esclusivamente a questo tipo di turismo, in quanto l’offerta turistica è molto diversificata, un’offerta che comprende anche il settore congressuale e fieristico. Rimini è diventata una città vivibile da un punto di vista turistico per tutto l’anno.
La spiaggia ha comunque sempre rappresentato la struttura basilare su cui si è sviluppato il turismo balneare. La spiaggia di Rimini è fatta di sabbia finissima ed è molto ampia come estensione, gli stabilimenti balneari che qui si trovano sono all’avanguardia ed offrono servizi innovativi per soddisfare le richieste della clientela.
Lo sviluppo vero della spiaggia di Rimini, il fulcro su cui è stato costruito il turismo balneare, è cominciato subito dopo il secondo dopoguerra, quando imprenditori e bagnini si sono rimboccati le maniche, creando dal niente un enorme business che ha fatto le fortune della Riviera Romagnola e della città di Rimini in particolare.
Gli imprenditori della nostra riviera, hanno prima anticipato e poi assecondato in pratica il boom economico degli anni ’50 e 60, dando vita per quel periodo ad una offerta turistica innovativa e vincente, alla portata di tutte le tasche, ma di indiscutibile qualità.
Filo conduttore tra il passato e il presente è l’ospitalità connaturata nel dna dei romagnoli, che ha fatto in modo che migliaia di turisti ritornassero ogni anno “sulla stessa spiaggia e nello stesso mare”, come cantava il bagnino cervese Piero Focaccia. Insomma, negli anni, partendo dai servizi offerti in spiaggia e estendendoli a quelli offerti dagli hotels, a Rimini si creato un sistema di fidelizzazione, che è stato uno dei pilastri su cui si è retto il sistema turistico riminese. Durante il periodo estivo, sono parecchie le premiazioni effettuate dagli assessori al turismo della nostra costa, nella fattispecie a Rimini, verso i turisti che hanno scelto di passare le loro vacanze nello stesso hotel e nello stesso stabilimento balneare anche da 40 anni consecutivi.
Il litorale di Rimini è lungo 15 km, va dal confine nord, che si trova nella frazione di Torre Pedrera a quello sud, che si trova nella frazione di Miramare, ai confini con il comune di Riccione.
Gli stabilimenti balneari situati sulla spiaggia sono attrezzatissimi, dispongono di centri benessere, zone relax, un servizio di animazione, si possono anche fare esercizi di ginnastica dolce, acquagym e corsi di balli latini. Immancabili quasi in ogni stabilimento sono i campi da bocce, uno sport praticato sia da anziani che da giovani. Particolare attenzione viene riservata ai bambini, a cui sono dedicate apposite aree di animazione, la spiaggia e i servizi offerti ai più piccoli fanno da pendant alla tipologia del nostro mare, fatto di bassi fondali, particolarmente adatto alla balneazione di bambini. La sicurezza e l’incolumità della spiaggia di Rimini è garantita da un eccellente servizio di salvamento.