Prima di addentrarci nel parlare dei monumenti più caratteristici che si trovano nel centro storico di Rimini, è necessario fare un discorso preliminare che riguarda il centro storico stesso.
Rimini è conosciuta soprattutto per essere una città turistica, in estate si divide in due: la zona monte della ferrovia, di cui fa parte il centro-storico e la zona mare, dove sono concentrati quasi tutte le strutture alberghiere della città. Questa separazione netta fra le due città è sempre più una cosa che appartiene il passato, perché c’è stato il tentativo, che sta riuscendo, di fare di Rimini una città turistica tutto l’anno, grazie alle fiere, al palacongressi che deve ancora aprire, e agli eventi che si riescono a organizzare.
Insomma c’è stato e c’è tuttora lo sforzo, anche da un punto di vista anche culturale, di offrire al turista una città che possiede una sua anima e una sua precisa identità. In passato il centro storico di Rimini, ricco di monumenti di notevole valore da un punto di vista storico, è stato messo in secondo piano dall’immagine di Rimini capitale europea del turismo balneare.
Oggi c’è un inversione di tendenza rispetto al passato, perché Rimini non è soltanto turismo balneare, ma una città nel suo complesso carica di storia con dei monumenti che parlano da soli, che raccontano essi stessi la storia della città. La valorizzazione culturale del centro storico ha la stessa valenza in chiave di promozione turistica della città del turismo balneare. Non è una cosa separata da esso, ma si integra alla perfezione con esso, contribuendo a completare l’offerta turistica della città.

Rimini Romana

Rimini, a causa della sua posizione strategica di punto di collegamento fra il centro e il nord, divenne ben presto una delle più importanti città dell’impero romano, era l’antico municipio romano di Ariminum, principalmente per il suo ruolo di avamposto per espandere la dominazione romana anche più a Nord, verso la pianura padana.
Per sottolineare l’importanza che aveva Rimini sotto l’impero romano, basta ricordare che da Rimini passavano le più importanti arterie dell’epoca come la via Flaminia che da Rimini portava a Roma, la via Emilia che arriva fino a Piacenza, e la via Popilia che portava a Trieste, passando per Ravenna.

Monumenti romani

Ponte di Tiberio
Arco d’Augusto
Anfiteatro
Domus del Chirurgo
Piazza Cavour

Rimini Malatestiana

La dinastia dei Malatesta di Verucchio divenne la signoria della città di Rimini a partire dal 1295. Diede alla città di Rimini un periodo di grande splendore artistico e anche sociale e militare, in quanto disseminò l’intero territorio provinciale di torri, castelli e fortificazioni, a scopo difensivo. La dinastia dei Malatesta cadde sotto i colpi del Duca Valentino Borgia, che fece cadere attorno al 1500 tutte le signorie romagnole e marchigiane per consegnarle allo Stato pontificio, il cui Papa era Alessandro VI°, suo padre.
La signoria dei Malatesta, ha lasciato importanti tracce della sua presenza citati qui sotto.

Monumenti malatestiani

Tempio Malatestiano
Castelsismondo